Bicipiti: Curl con bilanciere

Bicipiti
Andrea Ragazzi mentre esegue i curl bicipiti con bilanciere

Le braccia grosse sono uno degli obiettivi più importanti per gli uomini che si allenano. In particolare, i bicipiti, che ricoprono la parte anteriore del braccio, sono tra i muscoli più allenati. Allora partiamo con l’esercizio principale per stimolare massa e forza nei bicipiti, le flessioni con bilanciere, conosciute anche con il termine inglese “arm curl”.

Corretta esecuzione curl bicipiti

In posizione eretta, piedi distanziati pari alla larghezza delle spalle, impugnamo il bilanciere con una presa supina. A questo punto il bilanciere si trova davanti alla parte anteriore delle cosce e le braccia sono tese. Contraendo i bicipiti, portiamo il bilanciere, con un movimento a semicerchio, verso le spalle. La fase eccentrica consiste nel riportare, con movimento controllato, il bilanciere verso le gambe. Si tratta di un movimento molto semplice, che si può eseguire anche a casa, in regime di Home Fitness, ed è molto efficace. Con il bilanciere si possono utilizzare pesi consistenti e quindi aumentare forza e massa. Tra le varianti possibili, possiamo consigliare:

Alternative

– Il Curl Cheating, cioè le flessioni bicipiti con aiuto. L’unica differenza rispetto al curl tradizionale, è l’aiuto che diamo, all’inizio dell’esercizio, con una spinta congiunta di glutei, lombari e addominali, così da superare il punto più difficile  utilizzando pesi pesanti.
– Il curl con bilanciere angolato. Non tutti sono in grado di tollerare i curl con bilanciere tradizionale, perché sottopone i gomiti a particolare stress. In questo caso, può venirci in aiuto il bilanciere angolato, che permette un’impugnatura tale da sgravare i gomiti da tensioni esagerate.
I principali muscoli coinvolti dale flessioni con bilanciere sono:
– Bicipite Brachiale (capo breve e capo lungo)
– Brachiale Anteriore
Variando l’ampiezza della presa si ottiene:
– Con una presa più larga delle spalle, si stimola maggiormente il capo breve del bicipite.
– Con una presa più stretta delle spalle, si stimola maggiormente il capo lungo del bicipite.
– Al termine della fase concentrica, con il bilanciere vicino alle spalle, sollevando in alto i gomiti si ottiene una contrazione più profonda e completa del bicipite.
Testo a cura di Fabioalex – Personal Trainer www.vitamaker.it – Certificato Issa

 

Precedente Ciliegie, frutto benefico Successivo Esercizio fisico e diabete

Lascia un commento

*