Alimentarsi in vacanza – 2^ parte – Yogurt e batteri buoni

YogurtAlimento molto antico, lo yogurt, derivato dal latte, è caratterizzato da una consistenza cremosa e dal sapore più o meno acido. Il latte, nella sua trasformazione in yogurt grazie a un’azione termica e all’inoculazione di fermenti lattici (generalmente Lactobacillus bulgaricus e Streptococcus thermophilus, ma se ne possono inoculare anche altri), subisce un processo di fermentazione, durante il quale il lattosio è trasformato in acido lattico. Proprio per quest’ultimo motivo, generalmente è ben digerito anche da parte di chi sia intollerante al lattosio e non può quindi alimentarsi con il latte. Ricco di batteri, favorisce, anzi, la digestione ed è estremamente benefico, per non dire essenziale, per l’intestino e il mantenimento e il riequilibrio della flora batterica intestinale.

Composizione dello yogurt

Lo yogurt contiene una buona quantità di proteine, minerali come potassio e fosforo, vitamine B5 e B12 e soprattutto calcio e vitamina D, quindi molto utile per mantenere la struttura ossea. Moderato in carboidrati e, se proviene da latte parzialmente scremato o totalmente scremato, contiene solo una minima quantità di grassi. Per i nutrienti che lo compongono, per la sua freschezza e per i benefici che apporta, lo yogurt è un alimento molto importante, da consumare tutto l’anno, ma specialmente durante la stagione estiva. La mattina a colazione è il momento ideale per assumerlo, possibilmente a stomaco vuoto, come parte iniziale di una colazione, magari miscelato a un integratore proteico al gusto preferito. Naturalmente, ogni momento della giornata è utile per alimentarsi con questo prezioso alimento. Ottimo con frutti di bosco o riso soffiato. Chi non gradisse lo yogurt o volesse un effetto potenziato, può naturalmente ricorrere ai molti probiotici in commercio.

 

Valori nutrizionali dello yogurt
Calorie
Proteine
Grassi
Carboidrati
Kcal
g
g
g
Intero
66
3,8
3,9
4,3
Parzialmente scremato
43
3,4
1,7
3,8
Magro
36
3,3
0,9
4,0

 

Fine seconda parte
A cura di Fabioalex – Personal Trainer Vitamaker – Certificato ISSA

 

Precedente Gli effetti euforici della corsa Successivo Allenamento in vacanza - 2^ parte - Pettorali